Montecchio

Montecchio Emilia (RE)
Castello
per info: Renzo Tagliavini, tel. 349 2893095


L’attività del Gruppo archeologico montecchiese risale agli inizi degli anni Settanta.
Nel 2006 il Gruppo decide di unirsi con il Gruppo archeologico Santilariese con cui nel corso degli anni è sempre stato in contatto e di unire le varie esperienze, la complementarietà delle iniziative e delle prerogative in modo da avere un respiro più alto rispetto all’ambito comunale.

Montecchio, i volontari durante gli scavi del castello.

Castello di Montecchio, fine anni ’90
Il molendino nei sotterranei del mastio


Piatti recuperati durante gli scavi del castello


La “tazza d’oro”

Nel marzo 2012 Montecchio Emilia è stata protagonista di uno dei ritrovamenti più eccezionali del nostro territorio, da sempre terra preziosa e ricca di storia. Alta poco più di dodici cm, spessa circa un millimetro e mezzo e pesante circa mezzo chilo d’oro pressoché purissimo, la Tazza d’oro di Montecchio Emilia non ha eguali sul territorio italiano e solo sette esemplari analoghi in tutto il mondo, tra cui due conservate al British Museum di Londra. Se si pensa che risale all’antica età del Bronzo e che ha solo tre confronti nel mondo, e nessuno in Italia, ecco che ‘eccezionale’ diventa il termine più appropriato.
Grazie al finanziamento del Gruppo Storico Archeologico della Val d’Enza è oggi possibile osservare la ricostruzione della Tazza, oggetto utile per capirne la forma e per studiare la struttura. La riproduzione è ospitata nel castello, luogo di rilevanza culturale e ricco di importanti reperti che vanno a costituire un percorso eccezionale che parte dall’Età del bronzo e arriva all’età moderna.

guida storica alla Tazza d’Oro

www.comune.montecchio-emilia.re.it
Dalla Nebbia del Tempo: la Tazza d’Oro di Montecchio Emilia


Link utili:

www.provincia.re.it
La Tazza d’Oro torna a splendere nella sua Montecchio
26/9/2013


Pubblicazioni

Annunci